X
Menu
X

I volumi del volto tra make up contouring e arte

I volumi del volto tra make up contouring e arte

E’ definito chiaro-scuro dai truccatori della vecchia generazione, contouring nel mondo della moda e sui social, e sculpting da chi ama i tencincismi.

Un tripudio di forme diverse per identificare la pratica del modellamento del volto, che nell’arte reinterpreta le dimensioni del viso mentre nel make up armonizza i volumi.

Nonostante i make up artist professionisti abbiano sempre adottato questa tecnica, negli ultimi anni sempra diventata una vera e propria mania. Di pari passo con l’esplosione delle vendite di cosmetici, il trend contouring sembra non passare mai di moda, soprattutto tra le appassionate.

Diverse le filosofie dei MUA di tutto il mondo, ma prevalgono due fazioni: chi stratifica fondi in crema di diverse tonalità e accentua con le polveri, come il truccatore di Kim Kardashian, Mario Dedivanovic, e chi invece ritiene che solo una terra fredda e un illuminante possano bastare.

CONTOURING PALETTE DIEGO DALLA PALMA

Non a caso le aziende si dilettano nel creare kit per agevolare il contouring “fai da te”, e soprattutto palette performanti per i professionisti. Tra queste ultime c’è la contouring palette di Diego Dalla Palma. Un packaging compatto che finisce comodamente in qualsiasi valigia trucco e contiene 5 colori universali per contouring e highlighting.

conoturing-palette-diego-dalla-palma-prezzo-colori-chiaro-scuro-terra-illuminante-blush


La palette contouring è disponibile sul sito diegodallapalma.com al prezzo di 35€.


 

 

 

 

 

 

 

Due tonalità di marrone freddo per scolpire viso, naso e occhi. Giallo banana per uniformare l’incarnato senza imperfezioni, un blush pescato che si adatta a tutti gli incarnati e un illuminante per i punti luce .

Una palette come questa è ciò che serve per equilibrare i volumi del viso secondo le regole del chiaro-scuro. Nello sculpting si tende infatti ad alzare lo zigomo, assottigliare il naso, stringere un viso tondo, ammorbidire i lineamenti spigolosi, ecc…

Il viso perfetto al quale ci si ispira ha le sembianze di Jennifer Lopez, e truccatori come Scott Barnes ne hanno fatto addirittura un libro.

Questi canoni di bellezza fanno riferimento all’epoca che adesso viviamo, cultura e contesto storico li determinano. Nell’arte però tutte le regole possono essere stravolte, ce ne dà dimostrazione la mostra Picasso Sculpture al MOMA di New York.

 

make-up-contouring-chiaro-scuro-jennifer-lopez-scott-barnes-sculpting-picasso-facce-di-donna

A cavallo tra il suo periodo africano e il cubismo, Picasso ha prodotto una serie di opere denominata Teste di donne, nella quale gli standard di bellezza femminile vengono completamente distorti. Le sculture in esposizione erano parte della collezione privata dell’artista, utilizzate come complementi d’arredo, e mostrano come nasi assottigliati e labbra pronunciate possano subire metamorfosi quasi inquietanti se si rompono gli schemi.

Un’ottima occasione per chiedersi: se Picasso fosse stato un truccatore, che regole di contouring avrebbe seguito?


 

Abbonati a Unghie & Bellezza o sfoglia il numero 61 per scoprire tutte le nail art per la primavera e le novità dal mondo delle unghie e della bellezza!

SEGUI UNGHIE & BELLEZZA SU: facebook copia twitter copia pinterest google copia

Share
Anna Marchese

Anna Marchese

Trucco e scrivo, a qualsiasi ora del giorno e della notte, senza guardare ne’ l’orologio ne’ il calendario - http://www.annamarchese.it/about/ 

Lascia una risposta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>