X
Menu
X

Il paradosso di quando si scrive per professione lo si incontra quando tocca parlare di se stessi, motivo per il quale, da quando sono online con questo sito, ho cambiato la bio almeno 4 volte.
Nello scrivere sono una vittima dello stream of consciousness e quindi in continua lotta con l’ottimizzazione dei miei pensieri. E forse, grazie agli anni nella facoltà di Informatica, sono quasi alla fine del mio percorso di ottimizzazione dei testi, dei contenuti e, soprattutto, della mia mente. 

Perché quando si hanno troppe idee e sogni una vita non basta e le giornate sono sempre troppo corte per dedicare il giusto tempo a tutto ciò che frulla nella testolina. 

Per ora la vita mi ha portato a dedicare tempo solo a quelle cose che son venute così naturali da sobbarcare anche quel foglio di carta che ti rilascia l’università. Passo le mie giornate tra le pagine di Google doc - perché siamo la generazione dei sempre connessi e anche i fogli virtuali devono essere sempre fruibili dappertutto e a qualunque ora - e la mia postazione make up. Unire le 2 cose è stata un’altra di quelle cose che son venute da sé nel corso degli anni. 

Non so se ho cominciato prima a truccare o a scrivere. Da piccola tenevo decine di diari segreti, erano tanti sia perché avevo tanto da scrivere, a modo mio, quando ancora ero alle elementari, sia perché mi piacevano i diari, i lucchetti, le agende, i fogli colorati e tutto ciò che proveniva dalla cartoleria dove lavorava mio nonno. E anche questa mania per la cancelleria permane, e lo si nota dalla sezione stationary che ogni tanto aggiorno!  

Sono sempre stata attratta dal mondo dello spettacolo e quello della moda, ma l’unico palco che mi faceva battere il cuore era quello dell’hip hop, per tutti gli altri ambiti, immaginavo come venissero realizzati: nei film pensavo a quante telecamere stessero riprendendo la scena in quel momento, in TV mi chiedevo cosa facessero i presentatori durante le pubblicità, nella moda poi...beh, immaginavo il subbuglio del backstage, il trucco, il parrucco e li mi si fermava il cuore.

Ho consumato senza criterio le migliori ciprie Chanel di mamma e accumulato palette e trousse come se non ci fosse un domani, o meglio, come se la mia vita non avesse mai fine, e quando ho truccato su un set per la prima volta, non ho dovuto far altro che comprare fondi e correttori di altre tonalità. Il resto di un pro kit era già tutto nella mia cameretta :D

PROFESSIONAL RESUMES

2008 2012 2016  2017 2018 2019 -> ?

2008

Subito dopo il diploma scientifico, nel 2008, si è inconsapevolmente avviata la mia gavetta da web writer, curando le rubriche make up e beauty per pourfemme.it , al contempo mi sono iscritta alla facoltà di Informatica alla Federico II di Napoli.

2012

A Gennaio 2012 inizia la collaborazione con Beautydea.it, che tutti conoscerete e che mi ha aperto a tante nuove opportunità. Nello stesso mese ho lavorato per la prima volta come truccatrice per uno spot video. Non avevo ancora fatto corsi di trucco, mi sono “buttata” con la caparbietà e l’incoscienza di una 22enne piena di voglia di fare, e direi che mi è andata abbastanza bene visto che nei mesi successivi non facevo altro che saltare da un set all’altro. Sempre nel 2012 ho seguito i corsi di fashion makeup con la Make Up For Ever Academy e studiavo sempre meno per l’università!

2016 

Nel 2015 sono passata dal web alla carta stampata, grazie alla 3ntini Editore che mi ha proposto una rubrica beauty sulla rivista Unghie&bellezza, che curo tutt’ora e, nel frattempo, ho cominciato a coltivare il mio blog come approfondimento dei pezzi sul magazine cartaceo. Al momento della agognata tesi di laurea (si, non è stato semplice districarsi tra i lavori diversificati e un corso di studi che mi portava solo via tempo) ho affrontato il tema della Search Engine Optimization, per poter comprendere come spingere al massimo i contenuti web grazie all’ottimizzazione, on e off-page. Abbandonata la teoria ho aggiunto quel tassello che mancava a tutte le competenze pratiche assimilate negli anni da web editor e SEO.

loghi-unghie-ebellezza

2017

Ho continuato a lavorare come makeup artist anche per il settore wedding e creato rubriche dedicati ai truccatori: dai prodotti al lato empatico della professione e, grazie alla bellezza di questo mondo sempre in evoluzione, ho aggiunto al mio piano editoriale una serie di interviste alle personalità dell'industria cosmetica.

2018

10 anni di trucco, scrittura e web sono voltati via come il vento, in un mondo che si evolve ogni giorno e porta ad adeguarsi a modi di comunicare sempre più innovativi. A coronamento di questo decennale ho deciso di condividere l'esperienza macinata nel tempo con le aziende che vogliono farsi strada in questo universo beauty, attraverso contenuti studiati e strategie di comunicazione analizzate in base agli infiniti fattori che caratterizzano il settore. Che si tratti di cosmesi pratica, prodotti,  Digital Pr, content marketing, writing, storytelling, tutto purché ruoti intorno a ciò che amo!

2019 -> ?

Il 2019 doveva per forza essere l'anno della svolta, che in termini web si traduce in una nuova interfaccia grafica che permetta di fruire dei contenuti in maniera più semplice, intuitiva e scalabile. Grazie al nuovo annamarchese.it posso dare la giusta visibilità a ciò che merita, che siano recensioni, articoli dei magazine per i quali scrivo o attività che promuovono le aziende che più amo. Oltre all'aspetto estetico, il nuovo sito si affaccerà a un nuovo pubblico grazie agli articoli in multilingua che coinvolgono brand da tutte le parti del mondo. Grazie a questo level-up le aziende potranno usufruire di una risorsa in grado di valorizzarli sia in Italia che all'estero per incrementare la web reputation senza confini di lingue e culture!

SKILLS & APTITUDES

%
LOVE for BEAUTY
Cosmetic products knowledge 
Makeup technique (non si smette mai di imparare)
Authentic review
Tested products
Pro-oriented contents
%
LOVE for WRITING
Content Marketing
SEO
Social Media & Marketing strategy 
Design & coding [Suite Adobe, HTML]
Digital PR